logo Winckler’s Webzine
Le site personnel de Martin Winckler
logo

 Sommaire | Edito | In italiano | Courriers et contributions | Contraception et gynécologie | Radio et télévision | Lectures | Mes Bouquins | Les médecins, les patients, et tout ce qui s’ensuit... | WebTV | Être un(e) adulte autiste...
Recherche
A propos de Martin Winckler
-Bibliographie de Martin Winckler/Books by Martin Winckler
-" Pourquoi votre site d’informations médicales est-il gratuit ? "
-Portrait de Martin Winckler
-Pour écrire à Martin Winckler
Suite...
A propos de ce site web et de ses auteurs
-Soutenons les libraires
-L’usage de la parole - politique du « Winckler’s Webzine »
-Charte de ce site et de son contenu médical (Informations légales)
-Crédits
Suite...
In italiano >
I medici, i pazienti, e tutto quello che ne segue...

Traductions d’article de Martin Winckler réalisées par Matteo Coen.



Lire les textes en français.



COS’È UN PAZIENTE RESPONSABILE ?
15 mars 2012

La responsabilità del paziente verso ciò che lo riguarda è ormai un luogo comune quando si parla di salute e suscita molte domande : mi piacerebbe discuterne qui alcune. Non intendo -certo- arrivare ad una conclusione, vorrei però affrontare l’argomento in maniera un po’ più nuova (o così spero).

Tanto per iniziare : cosa significa "paziente responsabile" ?
La maggior parte delle persone vi risponderanno probabilmente qualcosa del tipo : « E`un paziente che si occupa della sua salute e segue le istruzioni del medico o le sue raccomandazioni per quello specifico problema. Un obeso "responsabile", ad esempio, per perdere peso segue la sua dieta alla lettera. Allo stesso modo un diabetico "responsabile" misura la sua glicemia agli orari stabiliti e regola la sua alimentazione secondo le regole che gli sono state date. Una donna incinta "responsabile", poi, va a tutte le visite prenatali, senza perderne nemmeno una.
In altre parole : un paziente (e ancora di più un malato) abbandonato a se stesso non può essere responsabile.

Il paziente diabetico che non controlla la glicemia non può mostrare al medico i risultati della glicemia durante la visita di controllo... e gli complica il lavoro.
Adesso fate queste esercizio : sostituite alla parola "diabetico", "con un cancro"/"donna incinta"/"paziente che soffre di ipertensione", e, a "controllo della glicemia" , "chemioterapia"/"seduta di cinesiterapia"/"ecografia"/"dita povera di sale". Vi renderete conto che la frase è stereotipata e può indicare qualsiasi situazione della medicina di oggi.

Questa visione delle cose è di già "di parte" e "malsana". Perché ? Innanzitutto presuppone che i pazienti non siano responsabili in maniera autonoma. I pazienti, infatti sono responsabili SOLO SE obbediscono scrupolosamente alle istruzioni che vengono date. Queste istruzioni, poi, diventano l’unica opzione possibile/auspicabile a loro disposizione. Detto in altro modo : uno che vota, ha la patente, un libretto degli assegni, una famiglia ed un mutuo di 25 anni per la casa che hanno fatto costruire smette di essere "responsabile" se decide di non andare dal medico o di non piegarsi alle sue istruzioni.

 suite

 
FEUILLETON, 7
Medici e manipolazioni morali (seguito)
I MEDICI CHE MALTRATTANO, SETTIMO EPISODIO - 30 octobre 2011

Riassunto degli episodi precedenti : un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no).

Non tutti i medici sono dei maltrattatori, certo che no ! Ma quei medici là, quelli che maltrattano, tradiscono l’ideale che dovrebbero incarnare, fanno del male non solo ai pazienti ma anche ai molti medici autentici, che -silenziosamente- fanno il proprio lavoro al meglio. Insomma : finiscono per compromettere anche il lavoro di professionisti rispettabili e coscienziosi.
Affinché i pazienti capiscano che il comportamento di questi medici non ha nulla di naturale, nulla di normale, nulla di professionale, è importante riuscire a riconoscerli.
Nei paesi sviluppati (ed anche in molti paesi in viadi sviluppo) i medici devono sottoposti a delle norme di condotta : leggi, regolamenti, codici deontologici ed etici.
I medici che maltrattano non rispettano, completamente, o in parte, questi codici.
A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). Alcuni medici possono assommare più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.

 suite

 
FEUILLETON, 6
Medico perverso, medico manipolatore
I MEDICI CHE MALTRATTANO, SESTO EPISODIO - 21 août 2011

Riassunto degli episodi precedenti :
Un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no).
A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). Alcuni medici possono assommare più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.

Dopo il medico soffocante e il medico sprezzante, eccovi altre due categorie altrettanto “candide”, quella dei perversi e dei manipolatori !

 suite

 
FEUILLETON, 5/7
Medico soffocante, medico sprezzante
I MEDICI CHE MALTRATTANO, QUINTO EPISODIO - 28 juillet 2011

Riassunto degli episodi precedenti :

Un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no). A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). Alcuni medici possono assommare più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.

Dopo il medico terrorista ecco altre due categorie altrettanto "valide" : il medico soffocante e il medico sprezzante.

 suite

 
Il Decalogo della relazione di Cura
27 juillet 2011

 
FEUILLETON, 4/7
Medico terrorista
I MEDICI CHE MALTRATTANO, QUARTO EPISODIO - 23 juillet 2011

Riassunto degli episodi precedenti :
un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no). A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). Alcuni medici possono assommare più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.

 suite

 
FEUILLETON, 3/7
Medico distante, medico egocentrico
I MEDICI CHE MALTRATTANO, TERZO EPISODIO - 20 juillet 2011

Riassunto degli episodi precedenti.
Un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no). A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). Alcuni medici possono assommare più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.
Dopo i medici con burn-out e i medici fobici, prodotti/vittime della società che li circonda e/o della loro formazione, parliamo un po’ di quei medici il cui comportamento esprime la loro personalità : Il medico silenzioso ed il medico egocentrico.

 suite

 
FEUILLETON, 2/7
Medico fobico e medico con “burn-out”
I MEDICI CHE MALTRATTANO, SECONDO EPISODIO - 18 juillet 2011

Un medico è una persona come tutte le altre. Certi medici, tuttavia, maltrattano i pazienti in maniera sistematica (volontariamente o no).
A parte le situazioni di stress, non è accettabile che un medico si comporti in maniera spiacevole, brutale, autoritaria, intrusiva o insultante. Non si può assolutamente tollerare il maltrattamento sistematico (a gesti o parole). I medici che maltrattano -grosso modo- hanno delle personalità ben precise e/o dei comportamenti specifici che saranno descritti nei prossimi articoli. La lista sarà schematica e non certo esaustiva : alcuni medici infatti possono avere più comportamenti “maltrattanti”. Se conoscete altri archetipi di medici che maltrattano, le vostre testimonianze sono le benvenute.
Comincerò parlando di due categorie di medici in crescita costante (purtroppo) : i medici fobici e con burn-out ; medici che maltrattano perchè sono stati a loro volta mal-trattati (e questa è una circostanza attenuante).

 suite

 
FEUILLETON, 1/7
I medici che maltrattano - Come riconoscerli ? Cosa fare quando siamo stati maltrattati ?
I MEDICI CHE MALTRATTANO, PRIMO EPISODIO - 15 juillet 2011

Traduzione dell’articolo Les médecins maltraitants - Comment les reconnaître ? Que faire quand on les a subis ?

(Articolo pubblicato il 25 Giugno 2011)

Primo episodio : il maltrattamento da parte del medico è un abuso di potere.

Questo scritto inaugura una serie di articoli scritti come reazione alle centinaia di messaggi inviati da lettori/lettrici o giornalisti, e che possono in fondo essere riassunti nella seguente domanda : « Perché certi medici si comportano come dei bruti, con comportamenti aggressivi o con mancanza di rispetto, imponendo ai pazienti degli esami clinici che ricordano delle violenze sessuali e degli interrogatori che evocano la Gestapo o l’Inquisizione ? » oppure « Perché troppi medici rifiutano categoricamente di prendere in considerazione quello che i pazienti dicono ? » o ancora « Come mai dei professionisti formati per curare si comportano come giudici, terroristi e/o dei perfetti stronzi ? »
Vedo le vostre facce. Non preoccupatevi, aggiusto subito il tiro.

Avrete notato che non ho detto “tutti” i medici, ma “certi”, “troppi” o “molti”... Non tutti i medici sono dei violenti, certo. Come per altri lavori, abbiamo a che fare con professionisti dai comportamenti molto diversi. Il problema è che in linea di principio una professione volta a lenire il dolore, tranquillizzare, curare, accompagnare durante la malattia verso la guarigione o la morte, e -quindi- anche a consolare, dovrebbe esclusivamente contare fra i suoi membri delle persone adatte a svolgere queste funzioni. Purtroppo sembra che un gran numero di medici non abbia nè il profilo né il comportamento che ci si aspetta da loro.

 suite

 
RSS - Plan du site  - Site conçu avec SPIP  - Espace Privé